Corso di Direzione d’Orchestra per il repertorio per ensemble dal primo Novecento ad oggi

  • Docenti
  • Regolamento
  • Struttura del Corso
  • Programma
  • Sede del Corso
  • Alloggio
  • Informazioni
  • Allievi ammessi al corso
  • Versamento quota di iscrizione

Docenti

Docente: Sandro Gorli

Tutor: Marco Di Bari

Gruppo strumentale: Divertimento Ensemble

Sandro Gorli
Sandro Gorli – Ha studiato composizione con Franco Donatoni, frequentando negli stessi anni la facoltà di Architettura di Milano e diplomandosi in pianoforte. Ha svolto attività di ricerca presso lo studio di Fonologia della RAI di Milano e ha seguito i corsi di direzione d’orchestra di Hans Swarowsky a Vienna.
Nel 1977 ha fondato il Divertimento Ensemble, che ancor oggi dirige, svolgendo un’intensa attività concertistica per la diffusione della musica contemporanea. Dal 1990 al 1998 è stato direttore principale dell’ensemble Elision di Melbourne. Ha realizzato con l’Orchestra Sinfonica Siciliana la prima esecuzione italiana della Low Symphony di Philip Glass e, alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, ha inciso due CD interamente dedicati a B.Maderna.
Fra le sue composizioni, regolarmente eseguite nelle più importanti manifestazioni italiane e straniere, ricordiamo: Me-Ti, per orchestra, richiesta all’autore da Bruno Maderna per l’orchestra RAI di Milano (premio SIMC ‘75), Chimera la luce, per sestetto vocale, pianoforte, coro e orchestra, che ha avuto la sua prima esecuzione al Festival di Royan del ‘76 sotto la direzione di Giuseppe Sinopoli, On a Delphic reed, per oboe e 17 esecutori (premio SIMC ‘80), Il bambino perduto, per orchestra, Quartetto, per archi, Le due Sorgenti, per orchestra da camera, Super flumina, per oboe, viola e orchestra, scritta per il Festival di Babilonia del 1987 (premio Città di Trieste del ‘89) e Requiem, per coro misto a cappella, scritto per La Chapelle Royale diretta da Philippe Herrewege (CD Harmonia Mundi).
Fra gli enti che hanno commissionato sue partiture: la RAI di Milano (1973), I Solisti Veneti (1975), la Fondazione Gulbenkian (1976), il Ministero della Cultura francese (1979, 1983, 1984, 1989 e 1993), il Ministero degli Esteri italiano (1987), Radio France (1981 e 1988), l’Orchestra Regionale Toscana (1990), l’Ensemble Elision di Melbourne (1990 e 1994), il Festival di Ginevra (1991), l’Atelier du Rhin (1993), il festival giapponese Theatre Winter (1997), Agon (1997), la Curia Arcivescovile di Milano (1999), L’Orchestra Sinfonica di Lisbona (2000), Milano Musica (2003), Ex Novo Ensemble (2009), Accademia Filarmonica Romana (2010).
Ha vinto nel 1985 il premio Europa per il teatro musicale con l’opera Solo, mentre la sua seconda opera, Le mal de lune, è andata in scena nel marzo 1994 a Colmar e a Strasburgo.

Advertisements

About this entry